La traversata del Conero

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Inizio questo post con la foto di un corbezzolo, perché è dal nome greco di questo frutto (kòmaros) che il Conero prende il nome.

Il Monte Conero è alto solo 572 m, ma appare imponente grazie alla sua posizione a picco sul mare. Sul promontorio si snoda una rete di 18 sentieri, il più lungo dei quali è la cosiddetta “Traversata del Conero”. Anche nei mesi caldi è un sollievo camminare nei suoi boschi, in mezzo ai colori della macchia mediterranea: certo, l’altitudine non è elevata, ma si beneficia comunque di una gradevole brezza che mescola il profumo del mare a quello rinfrescante del pino. La varietà della vegetazione e l’oggettiva bellezza dei panorami rendono questa escursione una classica estiva.

Il sentiero n°1, indicato anche con la numerazione 301, è la via principale dalla quale è possibile deviare su varianti che permettono di raggiungere alcuni punti di interesse archeologico e paesaggistico. Il percorso è ben segnalato, si potrebbe definire facile se non fosse per la lunghezza. Il tempo di percorrenza è infatti di 4 ore sola andata. Anche se il sentiero è molto frequentato dai turisti, non è il caso di avventurarcisi in infradito. Conviene calcolare una giornata intera per compiere l’intera escursione, o in alternativa munirsi di due auto, una da parcheggiare all’arrivo, così da evitare il ritorno a piedi compiendo lo stesso percorso.

La camminata parte dal Poggio di Ancona. Giunti a Piangrande all’incrocio di vari sentieri si sale a sinistra per la variante 1/a e si raggiunge il Belvedere Nord, da cui si può godere di una magnifica vista della spiaggia di Mezzavalle.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Spiaggia di Mezzavalle

Più avanti, a destra si può prendere lo stradello 1/b che conduce alle incisioni rupestri di epoca preistorica. Il sito risale all’età del bronzo e si presenta come una superficie orizzontale di pietra sulla quale sono presenti diverse scanalature. I solchi terminano in buche, evidentemente vaschette di raccolta. Si ipotizza che questo luogo fosse destinato allo svolgersi di rituali.

Incisioni rupestri

Incisioni rupestri

Successivamente si può tornare indietro e proseguire sul n°1/a, oppure andare avanti per poi ricongiungersi al sentiero n°1. La prima opzione ha il vantaggio di essere più panoramica.

Più avanti si raggiunge l’ex Convento dei Camaldolesi. Il luogo è piuttosto affollato, dal momento che  è raggiungibile anche in auto. Il monastero è stato trasformato in un hotel, classico posto da matrimoni. Vale la pena di entrare nella chiesa per visitare la cripta.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ex Convento Camaldolesi

A questo punto siamo circa a metà di tutto il percorso. Poco dopo l’eremo si arriva ad un altro punto panoramico, il Belvedere Sud. Da qui si vedono i famosi scogli delle Due Sorelle sulla sinistra, e il Passo del Lupo sulla destra.

Le Due Sorelle

Le Due Sorelle

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Di qui in poi, il sentiero è prevalentemente in discesa. Alla fine, dopo aver attraversato un tratto costeggiato di cespugli di more, si giunge all’abitato di Fonte d’Olio. Si passa di fianco ad una vecchia fornace circondata da rigogliosi fichi d’india, dopodiché si incontra un bar-ristorante. Il percorso termina qui e si ricongiunge alla strada asfaltata (SP del Conero). Sicuramente esiste la possibilità di tornare al Poggio con i mezzi pubblici, ma al momento non siamo riusciti a reperire informazioni più precise sugli orari dei trasporti.

Il massimo è partire presto la mattina per essere di ritorno ad un’ora decente, e poter così terminare la giornata di trekking con un bagno in mare! Uno stimolo in più per non prendersela troppo comoda: anche d’estate il sole tramonta presto dietro al promontorio del Conero, lasciando la spiaggia all’ombra già alle 4-5 del pomeriggio.

Annunci

2 risposte a “La traversata del Conero

  1. Pingback: Fiorenzuola di Focara e la sua spiaggia | Trekkismo·

  2. Pingback: Trekkismo·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...