Da Vetan al Lago delle Rane

Lago delle Rane – Lac des Grenouilles

La camminata ha inizio nel paese di Vetan (AO), che si raggiunge salendo da Saint Pierre verso l’abitato di Saint Nicolas e poi prendendo a destra la SR “Salassi” per Vetan. Il punto di partenza è l’Hotel Notre Maison in località Vetan Villette. Trovarlo è facile: non bisogna far altro che arrivare alla fine della strada. Questo la dice lunga sulla tranquillità del villaggio, dove abbiamo anche pernottato, decisamente un luogo adatto agli amanti del trekking e a chi ha voglia di sperimentare una vita “montanara” senza fronzoli e lontano dalla mondanità.

La durata dell’escursione è di 2 ore e mezza per l’andata. L’itinerario è ben segnalato tramite i caratteristici segnavia di colore giallo usati in Valle d’Aosta. Il sentiero è il n.13. Il percorso porta da Vetan (1678 m) al Lago delle Rane o Lac des Grenouilles (2363 m) passando per il nuovo Rifugio Mont Fallère (2385 m), inaugurato nel 2012. La difficoltà è di livello E, ma poiché presenta un dislivello di oltre 600 m richiede un minimo di allenamento. Questa camminata è inserita in un circuito più grande, quello del Tour du Mont Fallère, che richiede diversi giorni. Noi abbiamo percorso soltanto questa tappa.

La passeggiata si può dividere in 5 parti:

1) Attraverso i pascoli sopra Vetan.

Non fatevi scoraggiare dalla partenza molto scoscesa tra gli alberi sopra l’albergo: dopo pochi metri si esce subito allo scoperto sui prati, su di un altipiano solcato da ruscelli con un ampio panorama sulle cime valdostane.

IMG_6000

In Valle d’Aosta le frecce gialle sostituiscono i segni bianchi e rossi.

2) Nel bosco: tratto pianeggiante.

Il sentiero si addentra tra gli alberi e rimane a mezza costa delineando un’ampia curva. E’ piacevole per l’assenza di dislivello e la varietà di fiori e piante.

IMG_6053

Sei sulla strada giusta.

3) Nel bosco: tratto in salita.

Questo è il segmento più faticoso per la sua ripidità. Per lo meno è ombreggiato, tranne l’ultima parte che si svolge sul crinale. Qui per effetto della quota la vegetazione arborea scompare e fanno capolino le prime stelle alpine. Sulla cresta si percorre un passaggio ventoso con vista da entrambi i lati.

Qui qualcuno ha dato il collo.

Stelle alpine

4) Mulattiera fino al rifugio.

All’incrocio con la carrareccia si svolta a destra e si attraversa una vallata erbosa e pietrosa abitata dalle marmotte. A differenza di altri posti in cui le abbiamo incontrate e fotografate, come sulle dolomiti, qui sono elusive e diffidenti. Sentiamo continuamente i loro richiami ma non riusciamo a vederne neanche una, nemmeno scandagliando il versante con il binocolo.

Perfida marmotta, dove sei?

5) Breve tratto dal rifugio al Lac des Grenouilles.

A questo punto vediamo gli unici animali selvatici della giornata: girini a centinaia. Da qui si possono prendere altri sentieri per raggiungere altri laghetti montani (Lac Mort e Lac Fallère) o altri punti di interesse, come il Mont Fallère o il Col Fenètre.

Lago delle Rane. Sullo sfondo il rifugio Mont Fallère.

Abbiamo apprezzato questa passeggiata per la varietà degli ambienti attraversati, per la possibilità di riallacciarsi alla rete sentieristica per raggiungere altre mete qualora in futuro avessimo intenzione di fare un’escursione più impegnativa, per la presenza di un punto d’appoggio per rifocillarsi e rifornirsi d’acqua e per l’ottima posizione del rifugio il quale sorge in uno spazio aperto, dove abbiamo gustato un’ottima polenta integrale. Una nota simpatica è la presenza lungo la via di sculture in legno a forma di animali e figure umane e leggendarie, le quali danno vita a un museo a cielo aperto.

Cosa sta facendo quest’uomo? Esatto, proprio quello.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...